Il Vasaio...

“Raggiungere la bellezza con la semplicità dei mezzi e dei materiali”

Insegnamento Zen


In breve...

Antonio Ziccarelli è un creativo che si occupa principalmente di scultura e ceramica orientale. Da oltre un decennio si occupa di Scultura, bonsai, cultura del tè e filosofia Zen. Dopo essersi diplomato al liceo ha subito iniziato numerosi apprendistati presso botteghe di ceramisti dapprima nella provincia di Cosenza e successivamente spingendosi sempre più lontano, Faenza, Bologna etc... Proprio in questi viaggi si scopre ad apprezzare i laboratori più piccoli e poveri di strumenti, ridotti all'essenziale. Seguendo proprio l'insegnamento Zen “Raggiungere la bellezza con la semplicità dei mezzi e dei materiali” decide di mettersi in proprio e praticare una ceramica essenziale. Nel 2005 nasce l'idea de “Il vasaio af11”, laboratorio di ceramica artistica, ispirato al movimento artistico di riqualificazione dell'argilla iniziata negli anni '70 dal maestro Nino Caruso. Nel 2011 aderisce formalmente alla rinascita del movimento culturale Arts&Crafts che si occupa di dare credito artistico alle opere prodotte a mano.

 

31/12/2016

Qualche curiosità sul mio lavoro...

Le mie opere nel laboratorio tra le alte colline di Carolei nella provincia di Cosenza. Tutto quello che riesco a creare adesso è frutto dell'esperienza basata su collaborazioni e confronti avuti con artigiani e studi artistici sul territorio nazionale.

La mia attuale esperienza consiste nella ricerca di “nuovi” materiali facilmente reperibili nelle mie zone. Un altro aspetto, di non secondaria importanza, è l'estenuante ricerca di una semplificazione strutturale di forme rendendo l'opera un'idea dell'oggetto che vuole interpretare.

Tutto quello che faccio si basa sull'abilita manuale e sulla conoscenza materica del gres, degli smalti e sul controllo del fuoco, quest'ultimo ottenuto solo dopo anni di esperienza e sperimentazione con le fornaci a legna. Lavorando a temperature comprese tra i 1260°C e i 1300°C.  

Lavoro l'argilla con strumenti semplici, ricavati da oggetti di uso comune, oppure costruiti appositamente per creare un opera.


Tutte le mie decorazioni le ottengo creando smalti a partire da sorgenti naturali come la cenere di legna, ossidi metallici oppure da silp di argille locali.  

Posso affermare che la volontà di usare strumenti semplici di uso quotidiano è quello che contraddistingue e condiziona la mia opera. Questo metodo di lavorare arcaico e lento,non privo di limitazioni mi permette di creare opere di grande qualità.

Antonio Ziccarelli 02/10/2015